LIVE REPORT: Malatesta Analogic Tribe @ Dal Verme [RM] 19/3/2016

di Skanderbeg

Un vecchio adagio afferma, più o meno, che la musica che chiamiamo sperimentale o alternativa si ascolta principalmente nei piccoli club, quei locali che sono visti come “avanguardia” culturale da chi li frequenta assiduamente oppure “mondezzaio” dal 90% delle persone che ne conoscono a stento l’esistenza. Tralasciando questioni filosofiche di natura hipsteriana questa introduzione è d’uopo per parlarvi di un concertino interessante che sabato 19 ho visto al circolo Dal Verme al Pigneto, Roma.

Per l’occasione si sono esibiti i Malatesta Analogic Tribe, band certamente non canonica che si esprime attraverso questa sorta di linguaggio delle 7 note che loro stessi definiscono “Tekno analogica suonata dal vivo”. Molti di voi storceranno il naso, ma vi assicuro che la resa live è davvero sorprendente e durante l’ascolto  la voglia di contorcervi a causa degli elevati bpm è irrefrenabile.

Nonostante Enotica, il famoso festival romano dedicato al vino che si svolge ormai da anni al Forte Prenestino, la piccola saletta del Dal Verme era colma di gente che si dimenava allegramente tra le note del contrabbasso elettrico di Diego Pandiscia (Underdog), il Didjeriddo di Christian Muela (Primitive field), i sample di Jacopo dell’Abate (Le Sigarette) e il ritmo martellante di Davide Cipolla.

Insomma un’oretta sotto cassa senza bisogno di affannarsi tra rave in mezzo ai boschi non è mica da tutti i giorni. Li potete ascoltare su soundcloud o scovare le loro serate dal vivo in giro per la capitale e non solo.

Avvertenze: un concerto dei Malatesta Analogic Tribe libera massicce quantità di dopamina, diffidate dalle imitazioni.

Li trovi sul web
https://www.facebook.com/malatesta.analogic.tribe/

Ti piace Just Kids? Seguici su Facebook e Twitter!

Comments

comments