RECENSIONE: Incenere – Brindo alla vita

Recensione di Skanderbeg

Sembra quasi strano parlare di un album punk-rock e definirlo di primo acchito “maturo”. Una sorta di ossimoro, che mette in contrapposizione uno stile appartenente alle giovani generazioni e la capacità di un gruppo di comporre ed eseguire brani che potrebbero ridursi alla solita definizione dei “quattro accordi” ma che in verità hanno la forza di andare al di là delle aspettative.

Brindo alla vita, il primo album della band veneta Incenere, è un buon connubio di maturità musicale e dirompente portata punk. Ettor Montagner al basso e alla voce e Michele Angriman alla chitarra provengono da esperienze piuttosto fortunate, e già conosciute nel panorama italiano, con i Peter Punk prima e le Cattive Abitudini poi. A completare la formazione Marco Zanini alla batteria, subentrato – dopo la prima demo registrata lo scorso anno – a Nicola Brugnaro.

Brindo alla vita è un album chiaro nel suo scopo, diretto e a tratti squassante. Un disco punk, nel vero senso del termine, in cui prendono posto e si fanno largo tematiche care agli adolescenti come in Vento del destino e Nella stanza di Emily. Non mancano però tracce di critica sociale come nella divertente e dissacrante W l’Italia e Brindo alla vita che dà il nome all’intero album.

Uno stile asciutto e potente quello degli Incenere: chitarra distorta e giri di chitarra che entrano subito in testa, una batteria martellante che accompagna con continuità gli stacchi, molto presenti, del basso. E se molti pezzi rientrano nella tradizionale impostazione punk con partenze esplosive e veloci cambi di ritmo, in altri pezzi possiamo chiaramente percepire l’influsso generi estranei come il metal degli Iron Maiden e piccole contaminazioni più esotiche. Il tutto condito dalla voce strillata di Ettore Montagner e dai cori che amplificano le difficoltà e la voglia di riscatto di un’intera generazione di ragazzi.

Brindo alla vita è un album che può tranquillamente primeggiare nelle classifiche di genere italiano e avere velleità ancor maggiori. Un disco che oltre a girare nei circuiti delle etichette indipendenti, potrebbe tranquillamente arrivare al mainsteram radiofonico e televisivo odierno.

BRINDO ALLA VITA – INCENERE
(Maninalto!, 2013)

  1. Vento nel destino
  2. Arido
  3. Spirito anonimo
  4. E vissero felici e…
  5. Nella stanza di Emily
  6. L’anima della notte
  7. La falla della folla
  8. Cado in piedi
  9. Vado al diavolo
  10. W l’Italia
  11. Brindo alla vita
  12. I nostri giorni
Immagine anteprima YouTube

Ti piace Just Kids? Seguici su Facebook e Twitter!

Comments

comments