RECENSIONE: BARDAMU – A NIGHT IN MILAN – Farandula Officine – 2016

di Giovanni Graziano Manca

Musica rarefatta e per anime sensibili, quella contenuta nell’ EP di recente uscita del duo capitolino Bardamu. Musica calda e avvolgente quanto basta per meritare un ascolto attento e ripetuto, perché i quattro brani che compongono il live A night in Milan sono estremamente godibili e raffinati.

I Bardamu, (al secolo Alfonso Tramontana – Voce – Pianoforte – Piano elettrico e Synt – e Ginaski Wop – Voce – Batteria) sono titolari di un curriculum di tutto rispetto (collaborazioni con Buena Vista Social Club – Baba Sissoko – Changuito – Horacio “El Negro” Hernandez – Alessandro Haber – Giorgio Conte, un decennio vissuto fra Cuba, Spagna e USA, nomination alla Targa Tenco come miglior disco dell’anno per l’album Le notti bianche del 2015 e la partecipazione, nel 2002, al Festival internacionàl Jazz Plaza, a L’Avana) e inseriscono essi stessi la propria musica nel genere “Musica d’autore”. La definizione, peraltro, sembra rivelarsi riduttiva, una volta che si sia ascoltato quest’ultimo A night in Milan con la dovuta concentrazione. I quattro brani dell’Ep, infatti, sono il risultato di una sapiente mistura di musica d’autore, appunto, jazz e classico repertorio americano da crooners. “Siamo cresciuti in mezzo ad influenze musicali molto eterogenee”, ha sostenuto Tramontana in una intervista di qualche tempo fa (interamente leggibile su http://www.06live.com/?p=1629), “Il jazz, la musica cantautorale, un certo tipo musica latina hanno da sempre fatto parte della nostra vita e ci hanno sempre ispirato”. Tale cocktail sonoro, d’altra parte, viene ottenuto utilizzando una combinazione minimale di strumenti (quelli suonati da Tramontana e Wop). Si aggiungono, in alcuni dei brani (a conferire al complesso sonoro un’ulteriore tocco di magia e di buon gusto), un’orchestra d’archi e l’arpa. Considerando anche lo scarso minutaggio dell’EP (circa dodici minuti di durata) possiamo certo concludere che il disco dei Bardamu si caratterizza innanzitutto per l’alta densità delle emozioni che vi sono contenute.

La dose di buone vibrazioni, per altri versi, ci è parsa striminzita: la musica contenuta nelle quattro tracce finisce presto lasciando all’asciutto il nostro apparato uditivo.

3485_1068101719879195_3821900337296406489_n


BARDAMU – A NIGHT IN MILAN
(Farandula Officine – 2016)

  1. White Nights (Incipit)
  2. A Night in Milan
  3. And We Will Dance The Love
  4. While You Fled Away


Ti piace Just Kids? Seguici su Facebook e Twitter!

Comments

comments