RECENSIONE: GIUSEPPE DI GENNARO – MULTIFORME DUE – Autoprodotto – 2016

di Giovanni Graziano Manca

C’è tutto l’italico cantare d’autore degli ultimi trent’anni e qualche traccia di pop melodico, tra le fonti di ispirazione di questo discreto (appena uscito) CD di Giuseppe di Gennaro. È il secondo disco, del cantautore lombardo, se consideriamo l’EP Multiforme ‘uno’, uscito nel 2009. Il nome di Giuseppe di Gennaro, nell’ambiente musicale italiano, non è sconosciuto. Al suo attivo una variata serie di interessanti esperienze anche all’estero e qualche collaborazione di pregio (quella con Cristiano De Andrè). Multiforme – Due, questo il titolo del florilegio di belle canzoni che recensiamo, appare come un continuo rincorrersi di atmosfere e sonorità già, in qualche modo, assimilate e la stessa struttura melodica dei brani rimanda alla migliore canzone d’autore italiana (a De Gregori e Fossati in primis, ci è parso, almeno a primo ascolto). Le tracce Madreperla, Immaginifico e Canzone sospesa, tanto per dire, sembrano pagare il giusto tributo al canto de gregoriano, mentre Giulio, secondo brano della tracklist, rimanda a un Fossati d’annata. C’è peraltro molto di personale, se non proprio di originalissimo, in questo lavoro. Gli sforzi maggiori per riuscire a differenziare le proprie canzoni rispetto a quelle di altri songwriters, Di Gennaro sembra averli fatti nella ricerca di un suono e di contenuti lirici accurati, freschi e attuali. Certo, i testi delle canzoni sono piuttosto lontani dalla poeticità cui siamo stati abituati da certi autori di casa nostra, ma quelli di Di Gennaro si fanno comunque apprezzare, se non altro per la loro immediatezza e semplicità. A voler rovistare sul sito personale del cantautore milanese possiamo leggere: “Testi in italiano, perché gli sembra un dovere esprimersi nella nostra lingua, accordi delicati ma anche dissonanti, E’ capace di passare con disinvoltura dalla canzone d’amore a tematiche più generali, attingendo a generi musicali diversi e dimostrando uno spirito a tratti pop e a tratti più marcatamente rock”. Più che una dichiarazione di intenti, una descrizione di attitudini che sembra sintetizzare al meglio anche i contenuti di Multiforme – Due.


GIUSEPPE DI GENNARIO – MULTIFORME DUEMULTIFORME DUE cover_05
(Autoprodtto – 2016)

  1. Tutto quella notte
  2. Giulio
  3. Immaginifico
  4. Tempi moderni
  5. Foto ricordo
  6. Canzone sospesa
  7. Il pulitore allegro
  8. #Madreperla

Ti piace Just Kids? Seguici su Facebook e Twitter!

Comments

comments