REPORT + PHOTOREPORT: Archival Chapter II : musica e architettura fanno di Matera una città europea

di Dario Colacicco
foto di Michele Battilomo

L’unione di architettura e musica con la folle utopia di portare a Matera l’Europa, quella vera, fatta di giovani entusiasti nel trovare il divertimento folle e sano in una piccola città del Sud che vuole diventare grande.

Le architetture sonore che si fondono con la materia visiva, vibrazioni che prendono forma e si immergono nei corpi plasmando l’aria circostante.

Una sera d’estate che diventa fredda per la pioggia ma che si riscalda per la musica.

Una bellissima Piazza San Giovanni che si anima con l’elettronica psichedelica e glaciale dei NIAGARA ad aprire un concerto vivo e partecipato, piena di curiosi arrivati a vedere cos’era questa ventata di novità in città.

Nel mentre la facciata della Chiesa diventava tela e prendeva vita con le animazioni visuali del video mapping a cura di Mapping Theatre, in un sapiente connubio tra visivo e uditivo, tra spazi e forme, tra architetture luminose e sonore.

E quando al termine della splendida esibizione del duo torinese NIAGARA, formato da Davide Tomat e Gabriele Ottino, la pioggia ha fatto capolino e i sogni stavano per svanire un folle personaggio si è fiondato sul palco e ha riportato l’Africa, i tropicalismi, la voglia di far festa e reso rovente una piazza altrimenti fredda a causa del tempo, un folle personaggio chiamato Clap Clap!

Anche il cielo si è inchinato al safari sonoro che si stava consumando sul palco e soprattutto tra gli spettatori, persi e ipnotizzati dal flusso sonoro che si propagava attraverso l’energia del producer fiorentino Cristiano Crisci, alias Clap Clap.

Sei matti con l’idea in testa di portare linguaggi nuovi in città, un collettivo di amici animati dalla voglia di far vivere e rivivere i luoghi, rendendo Matera il cuore pulsante di un Meridione proiettato nel futuro.

Questo è Archival Matera, e questa è stata Archival Night, giunta alla seconda edizione, dopo il percorso iniziato nel 2015 con i live di Electropuke, Indian Wells e Populous.

Ma Archival non è solo musica.

A Settembre vi aspetta la seconda parte del Festival, legata strettamente all’Architettura, con l’organizzazione di tre corsi di formazione che verteranno sul design, la fotografia sull’Architettura e sul cinema 4d per la renderizzazione.

A chiudere la lectio magistralis dell’Architetto Guillermo Consuegra.

 


L’aftermovie ufficiale dell’evento firmato Federica Danzi

Ti piace Just Kids? Seguici su Facebook e Twitter!

Comments

comments