INTERVISTA: TOMMASO VENTURELLI

Un EP di debutto per Tommaso Venturelli che ce lo anticipa singolo dopo singolo, una goccia alla volta, una misura per volta. Oggi vi presentiamo “Tanto fuori si sta bene” che social-mente parlando denomina #TFSSB. Siamo di fronte alle belle produzioni del nuovo pop main stream italiano, un po’ alla Michele Bravi e un po’ a quel piglio americano a cui tanto ci piace riferirci. E se quel mood che capisaldi come i Train hanno sdoganato al mondo è stato ampiamente ripulito e digitalizzato per pulirlo da impurità umane dire in modo quasi perfetto allora ha senso aspettarci prima o poi un ritorno alla ruggine e ai suoni suonati. Per ora il trend è questo e Tommaso Venturelli dimostra di far bene il gioco. Aspettiamo l’uscita di questo primo lavoro. Intanto eccovi l’intervista di Just Kids Magzine:

Prima di tutto voglio chiederti del tuo passato, della tua prima formazione in cui militavi… perchè aveva un nome che non passa inosservato. JAM. Una citazione al rock della grande storia oppure una casualità?
Sicuramente il rock è stato importante per la mia crescita musicale, ma il nome della band era nato dalla mia passione verso la marmellata !

Che poi il rock non è certo il tuo habitat… come mai ti avvicini alla scena pop così tanto inflazionata oggi? Come si decide di vestirsi addosso un genere piuttosto che un altro?
Credo che sia un espressione dell’ essere, non si riesce a decidere il genere, ogni canzone rispecchia un emozione e quindi un genere musicale.
Ora sono un anima pop.

Questo singolo ha un retrogusto assai social. Si presenta con un Hashtag sulla copertina  Come mai questa scelta?
La scelta dell’ # è stata data dal gioco e dal doppio senso del titolo, il mondo social ci aiuta a raccontare ogni giorno e in ogni istante la vita attorno ma quanto di quello inserito nei portali è reale?

Come Claudio Baglioni (tanto per citarne uno dei più grandi) anche tu stai praticamente presentato il disco lanciando un singolo dopo l’altro. Continuerai così anche per gli altri brani o l’antipasto finisce qui?
Continuerò a presentare altri singoli prima del disco, in questa era digitale è sicuramente il modo migliore per ricevere critiche e migliorarsi

Uscire oggi con un disco, esordire con un lavoro che deve fare i conti con una crisi della musica direi quasi totale. Tu come la vivi e con quale energia ti approcci a questa nuova avventura?
É davvero difficile, soprattutto per noi cantautori. Ora è facile fare “musica” tutti possono farla, ma i contenuti e le vere emozioni stanno scomparendo. Speriamo di cambiare il mercato e di risvegliare la passione dei dischi e dei live

Ti piace Just Kids? Seguici su Facebook e Twitter!

Comments

comments