SPECIALE: 26° edizione del Rock Contest di Controradio

di Tobia D’Onofrio

Giunto alla 26° edizione, il Rock Contest di Controradio porterà alla ribalta, anche quest’anno, i talenti emergenti del panorama musicale italiano: 36 band, scelte tra oltre 600 iscritti, sono ormai giunte alle fasi finali di eliminazione. Tra i vincitori delle passate edizioni, selezionati da una giuria di esperti e addetti ai lavori, troviamo nomi che negli anni sono diventati artisti prestigiosi: da Irene Grandi a Paolo Benvegnù, da Roy Paci ai Dirotta su Cuba. Nel passato più recente, invece, Offlaga Disco Pax, Samuel Katarro, Denise, The Hacienda.

L’iniziativa, organizzata da Controradio e Comune di Firenze, è diventata un’istituzione nel mondo della musica indipendente e offre alle band vincitrici degli invitanti premi: la registrazione di un album d’esordio al Sam Recording Studio (Zen Circus, Teatro degli Orrori), la produzione di un videoclip musicale, l’uscita di un cd compilation che include tutti i finalisti su etichetta Rock Contest Records con distribuzione Audioglobe, un tutoraggio di un anno da parte dello staff di Rock Contest, l’inserimento nel circuito della musica dal vivo, a partire da gennaio 2015, grazie al partenariato con l’associazione KeepOn, un’altra eccellenza del panorama nazionale. Infine un premio speciale, dedicato a Ernesto De Pascale, verrà consegnato al brano migliore con testo in Italiano: presidente della giuria per il 2014 è Cristina Donà.

E a proposito di musica dal vivo, la novità di quest’anno riguarda la presenza di Stefano Boeri in qualità di Consigliere alla Cultura del Sindaco di Firenze Dario Nardella. In molti, infatti, ricorderanno le energie spese l’anno scorso dallo stesso Boeri, all’epoca assessore di Milano, insieme a una nutrita schiera di intellettuali e artisti, tra cui Manuel Agnelli, nella campagna #piùmusicalive, che ha portato ad una semplificazione delle procedure burocratiche per la produzione di spettacoli dal vivo (per eventi entro la mezzanotte e fino a 200 partecipanti), grazie a una parte del Decreto Valore Cultura a firma dell’ex Ministro della Cultura Massimo Bray. Questo provvedimento, però, mancava di un decreto attuativo ed è per questo che il Comune di Firenze ha preso l’iniziativa istituendo un “pensatoio per la musica dal vivo” ed avviando una procedura di autocertificazione, grazie ad uno sportello dedicato, che supplisce all’assenza, appunto, del decreto attuativo. Sulla falsariga dell’esempio di Firenze, quindi, si cercherà adesso di portare queste riforme in giro per l’Italia, lanciando un portale online che sostituisca lo sportello del Comune, creando un coordinamento di amministrazioni comunali che seguano l’esempio fiorentino (hanno già aderito una trentina di sindaci) e infine organizzando un incontro nazionale sul tema, che dovrebbe tenersi non più tardi del 15 marzo.

Controradio e il Comune di Firenze sono dunque in prima linea, determinati a valorizzare il rock e la musica dal vivo nel nostro Paese. Nei prossimi giorni, al Tender Club di Firenze, termineranno le fasi eliminatorie del Rock Contest. Appuntamento dunque per le semifinali che si terranno il 27 novembre e il 4 dicembre al Tender e per la finalissima il 13 dicembre all’Auditorium Flog, che vedrà la partecipazione di A Toys Orchestra come ospiti d’onore.

Ti piace Just Kids? Seguici su Facebook e Twitter!

Comments

comments