RECENSIONE: GIANCANE – UNA VITA AL TOP

Recensione di Francesca Amodio

Chi già conosce l’irriverente Giancane, simpatico pseudonimo del decisamente più altisonante Giancarlo Barbati Bonanni, allora sa anche che quella di Una vita al top non è propriamente la primissima fatica discografica del cantautore romano, impertinente cantore delle dinamiche umane e sociali dell’Urbs. Il disco nasce infatti piuttosto come una maturazione di ciò che fu Carne, primo Ep del musicista uscito nel 2013.

Una vita al top si compone in totale di 11 tracce, di cui 6 riprese dall’Ep sopracitato più 4 inediti e una cover. I sei brani ripresi (Ciao sono Giancane, Vorrei essere te, La vita, Ma tu no, Vecchi di merda e Pare che dorme) trovano in questo disco quella realizzazione stilistica e sonora preannunciata in Carne: i testi, ironici, divertenti, realistici e sfrontati, sono supportati da una base sonora sapiente e ragionata, che sfocia in un country-rock molto piacevole e ben fatto.

La limatura sonora dei suddetti brani altro non fa che confermare come un orecchio poco attento e superficiale probabilmente non coglierebbe l’assoluta dichiarazione di stile di Giancane, fintamente celata da un velo di apparente disincanto stilistico. Tutto il contrario, invece: la critica in musica dell’artista, che spoglia l’essere umano contemporaneo dei suoi tic, delle sue ossessioni, dei suoi problemi e delle sue paure, rivela un acuto osservatore della realtà a lui immediatamente prossimale quale è Giancane, che con notevole maestria ed abilità riesce ad ironizzare sui vizi e sulle virtù dell’uomo metropolitano degli anni zero, evitando con nonchalance ogni sorta di banalità o ovvietà.

Questo di Giancane è quindi un disco che si lascia ascoltare con estrema curiosità ed interesse. I testi, scritti in un italiano immediato e lineare, ben si sposano con un sound che va dal pop, al country, al rock con molta naturalezza, sulle orme di un ritmo trascinante. Della scia satirico-ironica, ma a volte anche allegramente amara (Una vita al top), fanno parte anche gli altri 3 inediti: Hogan blu, Come sei bella e Fai schifo. L’album contiene inoltre una spassosa cover di Lunedì, celebre pezzo di Vasco Rossi.

Un prezioso valore aggiunto al lavoro è rappresentato dalle numerose collaborazioni presenti, da Alessandro Marinelli e Alessandro Pieravanti de Il Muro del Canto, nota band capitolina di cui Giancane è chitarrista, ai cantautori Truppi e Galoni.

Una vita al top

(Goodfellas, 2015)

  1. Hogan blu

  2. Ciao sono Giancane

  3. Vorrei essere te

  4. La vita

  5. Ma tu no

  6. Lunedi (Vasco Rossi cover)

  7. Vecchi di merda

  8. Come sei bella

  9. Fai schifo

  10. Pare che dorme

  11. Una vita al top

giancanestage

Ti piace Just Kids? Seguici su Facebook e Twitter!

Comments

comments