#JUSTKIDSREADING: Guido Paolo De Felice e “Le cose che ho scritto di te” (mentre ti aspettavo)

Il coraggio della poesia: Guido Paolo De Felice e “Le cose che ho scritto di te” (mentre ti aspettavo)

A cura di Giulia Rossi

Non è di certo facile trovare il coraggio di pubblicare un libro di poesie nella nostra epoca: viviamo in una società dove la critica è accanita e facile, dove è difficile mettersi a nudo per la paura di un giudizio negativo e, troppo spesso, cattivo. Guido Paolo De Felice, però, questo coraggio l’ha trovato, andando contro chiunque ritenga che la poesia, quella vera, appartenga solo ai tempi passati e che, al giorno d’oggi, non esistano più poeti e scrittori capaci di restituire al lettore racconti o versi che siano in grado di suscitare emozioni. De Felice, invece, sembra aver fatto sue le parole del grande poeta Alphonse de Lamartine, uno dei maggiori esponenti del romanticismo francese: “La poesia ha eco profonda e intensa nel cuore della gioventù, in cui l’amore deve ancora nascere. È allora come il presagio di tutte le passioni, mentre più tardi non ne è più che il ricordo e il rimpianto. Fa piangere così ai due stadi estremi della vita: giovani, di speranza; vecchi, di rimpianto”. I suoi versi, carichi di sentimento, raccontano di quell’amore improvviso, spesso inatteso, che ci coglie alla sprovvista ; ma anche di quell’amore che, al contrario, ci lacera dentro, lasciandoci ferite che, con il passare del tempo, si rimarginano, ma in modo così caduco che basta un soffio per farle riaprire.

Le cose che ho scritto di te FRONTE

È proprio per questo che i suoi versi d’amore si rivolgono, come dice Lamartine, sia ai giovani, alle loro prime esperienze, sia alle persone più adulte o, addirittura, anziane: si rivolge a chi, pieno di attese, si addentra a passi incerti in una foresta di emozioni, a volte a fatica, inciampando al primo ostacolo, altre volte con più sicurezza, trovando appigli sicuri dentro di sé; si rivolge anche a chi, con l’esperienza, ha imparato ad avere una visione più disillusa della realtà, a guardare al passato con affetto e, perché no, con rimpianto, e ad approcciarsi in modo più razionale e saggio a un sentimento così forte e misterioso quale è l’amore. De Felice diventa quindi, per il lettore, una sorta di mentore e accompagnatore: i suoi versi e i brevi racconti che concludono questo libro invogliano chi legge a ripercorrere le tappe della propria vita, a ripensare ai momenti in cui l’amore l’ha fatto sentire padrone dell’universo e poi, nel tempo di un sospiro, l’ha fatto sprofondare negli abissi più bui della nostalgia; o ai momenti in cui l’amore non lo faceva dormire la notte, ripensando a dei segnali, forse immaginari, che tenevano accesa la fiammella dei suoi sentimenti, pronta a dilagare come fuoco in un prato arido, rimasto per troppo tempo privo di quel nutrimento che è il sentimento amoroso; o ai momenti d’amore trascorsi in una giornata dai sapori della quotidianità, ma che un semplice profumo rende speciali e appaganti. Sono parole dedicate a chiunque: a coloro che sperano, a coloro che amano, a coloro che soffrono, a coloro che cadono ma hanno la forza di rialzarsi, a coloro che credono che l’amore, in tutte le sue forme, sia quel pizzico di follia che rende meravigliosa la vita

Titolo: Le cose che ho scritto di te (mentre ti aspettavo)
Autore: Guido Paolo De Felice
Editore: Ilmiolibro self-publishing
Genere: poesia, racconto breve
Pagine: 221
Prezzo: € 21,25

Contatti
https://www.instagram.com/guidopaolodefelice
https://www.facebook.com/guidopaolodefelice/

Link di vendita
https://www.amazon.it/cose-che-scritto-mentre-aspettavo/
https://ilmiolibro.kataweb.it/libro/poesia/412396/le-cose-che-ho-scritto-di-te/

Ti piace Just Kids? Seguici su Facebook e Twitter!

Comments

comments